• SCUOLA
    Ritorno tra i banchi per bambini e ragazzi, ma anche per gli “adulti”

  • VERSO LA SETTIMANA SOCIALE
    La 48esima edizione, dal 26 al 29 ottobre, tratterà il tema del lavoro

  • DUE NUOVI DIACONI
    Ordinazione in Cattedrale presieduta dal Vescovo domenica 24 settembre

Editoriale

Il vero valore del lavoro

Nei primi sette mesi di quest’anno, in Italia i morti sul lavoro sono aumentati del 5,2%, raggiungendo quota 591, ben 29 in più rispetto ai 562 dell’analogo periodo del 2016. A crescere dell’1,3%, secondo i dati Inail, sono anche gli incidenti con feriti. C’è da riflettere su questi dati, dovuti forse alla diffusione di occupazioni precarie e alla riduzione delle spese sui sistemi di sicurezza per battere la concorrenza. Come nella Babilonia dell’Apocalisse (18,13), il rischio è che si faccia commercio di tutto, “di greggi, cavalli, carri, schiavi e vite umane”. “Il lavoro – dice Giovanni Paolo II nella Laborem Exercens n. 4 – costituisce una dimensione fondamentale dell’esistenza dell’uomo sulla terra”: se partiamo da qui, non possiamo considerarlo come una semplice variabile del sistema economico.

Franco Appi

Clicca qui sotto per continuare la lettura

Comunità di “Personae” e buon vivere

Una intensa settimana di eventi, dal 23 settembre al 1° ottobre, per costruire insieme la città

L’ottava edizione della Settimana del Buon Vivere si apre a Forlì sabato 23 settembre con la Notte Verde e dell’Innovazione Responsabile. Un intenso programma di incontri e spettacoli fino al 1° ottobre, segnati dal comune denominatore del tema “Personae”. Questo significa mettere la persona al centro, come fulcro di tutto ciò che è “buon vivere”, dallo sviluppo equo e sostenibile al contrasto delle divisioni e dei pregiudizi, per dare valore all’economia della relazione.

I laboratori dedicati ai bambini aprono, nel pomeriggio di sabato 23, l’evento della “Notte Verde e dell’Innovazione Responsabile”

Il pizzicotto

Critica a fin di bene

Evgeny Morozov, 33 anni, bielorusso, politologo, giornalista, esperto di new-media, intervenuto al Festival della Comunicazione di Camogli, ha detto: “Google e Facebook ci trivellano l’anima. Catturano la nostra attenzione per estrarre fatti, aspirazioni e ansie di cui noi stessi ignoriamo l’esistenza.
Oggi il vero lusso è essere disconnessi”. E se avesse ragione?

    La vignetta della settimana