Dall’Unione Buddhista 1,5 milioni per il non profit: tra i beneficiari un ente di Forlì

L’Unione Buddhista Italiana ha stanziato un fondo speciale di 1,5 milioni di euro destinato alle organizzazioni non profit impegnate nel contrasto alla diffusione del covid-19. Tra le novanta realtà che hanno avuto accesso al fondo, sono quattro quelle con sede nella Regione Emilia-Romagna: l’associazione Ratnasambhava Aps, la Fondazione ANT di Bologna, l’associazione Diabete Romagna di Forlì e la Pubblica Assistenza Seirs Croce Gialla di Parma.

Dopo gli 1,5 milioni già donati alla Protezione civile italiana, questa iniziativa dell’Ubi è rivolta a tutti quegli enti del Terzo Settore che stanno svolgendo un ruolo essenziale in questa fase di emergenza, ma che soprattutto avranno un ruolo ancor più determinante durante la fase post emergenziale per la cura dei soggetti più fragili. Un modo per restituire alla popolazione italiana la fiducia dimostrata con l’8×1000, in un momento in cui bisogna mettere in campo tutte le energie possibili e le risorse a disposizione, dando prova di un grande spirito di solidarietà e coesione.