Area Sismica: in arrivo il trio elettroacustico di Martusciello, Giomi e Costanzo

Elio Martusciello

Una nuova tappa per la “Rassegna di musica extra-ordinaria” organizzata da Area Sismica, il circolo Arci di Ravaldino in Monte (via le Selve 23). Domenica 29 aprile alle 18.00 un nuovo appuntamento con tre importanti artisti del panorama della musica elettronica: il compositore Francesco Giormi (alle elettroniche), Stefano Costanzo (alle percussioni) e Elio Martusciello (alle elettroniche). Il trio elettroacustico sarà protagonista di scorribande sonore inafferrabili e imprevedibili.

Elio Martusciello è una figura unica nel panorama musicale attuale, capace di passare da progetti in formato canzone, come “Concrete Song” l’ultimissimo “Incise”, a esperienze elettroniche tout court. Musicista e compositore italiano autodidatta di musica sperimentale, Martusciello insegna musica elettronica al conservatorio di Napoli. La sua estetica musicale deriva essenzialmente dall’arte acusmatica, ma oltre a ciò, compone per strumenti e live electronics, opera nell’ambito dell’installazione d’arte, dei multimedia, delle arti visive e dell’improvvisazione elettroacustica. È membro fondatore del gruppo Ossatura, Shadows e del trio con Renato Grieco e Umberto Lepore. Ha collaborato con musicisti come Ana-Maria Avram, Natasha Barrett, Eugene Chadbourne, Alvin Curran, Chris Cutler, Iancu Dumitrescu, Tim Hodgkinson, Thomas Lehn, Lawrence D. “Butch” Morris, Jerome Noetinger, Tony Oxley, Evan Parker, Giancarlo Schiaffini, Z’EV, Guy Chenevier, Gene Coleman, Mike Cooper, Rhodri Davies, Dieb13, Jacques Di Donato, Michel Doneda.

Francesco Giomi

Francesco Giomi è un compositore italiano di musica sperimentale e regista del suono. È professore di musica elettronica al conservatorio di Bologna e direttore di “Tempo Reale”, il centro di ricerca musicale fondato da Luciano Berio a Firenze. Nel 2008 ha dato vita al “Tempo Reale Festival”, dedicato alla musica di ricerca. Dal 1982 collabora con istituzioni come il Cnuce/Cnr di Pisa, l’Università di Firenze, il Conservatorio di Firenze e Tempo Reale. Dal 1997 al 2003 ha lavorato strettamente con Luciano Berio; negli ultimi anni ha collaborato anche con Henri Pousseur, David Moss, Uri Caine, Jim Black, Sonia Bergamasco, Jonathan Faralli, Elio Martusciello, Renzo Piano Building Workshop, Micha Van Hoecke, Lelio Camilleri, Adriano Guarnieri, Stefano Bollani, Giovanni Nardi, Simona Bertozzi e altri artisti. Dal 2001 al 2011 ha collaborato regolarmente con il coreografo italiano Virgilio Sieni realizzando la musica per molti dei suoi spettacoli di danza, rappresentati in tutto il mondo.

Stefano Costanzo è batterista, improvvisatore e fondatore dei Tricatiempo, band che dal 1999 ad oggi ha attraversato numerosi cambi di formazione, esplorando i più disparati paesaggi improvvisativi (con Mario Gabola e Ron Grieco), e di Oportet (con Marco Fiorenzano e Umberto Lepore). Attualmente è impegnato in numerosi tour con diverse formazioni tra cui: Elg Ler, trio con base ad Amsterdam; Cadaver Mike, duo che spazia tra il post-dub, il free-jazz-noise più estremo e una concezione astratta del beat, con una batteria ipercinetica e l’elettronica di Guido Marziale (aka Eks).

Stefano Costanzo

Recentemente è nata una collaborazione con lo storico contrabbassista Roberto Bellatalla (Louis Moholo’s Viva la Black, Keith Tippett, etc), e a breve registreranno il loro primo disco in duo. Ha collaborato con Evan Parker, Michel Doneda, Multiversal, Bromp Treb, Andrea Pensado, L’Ocelle Mare, Roberto Bellatalla, Lisa Mezzacappa, Adam Rudolph, Elio Martusciello, David Ryan.