Acer, firmato il nuovo codice di condotta conto le molestie sul luogo di lavoro

Da sinistra Caterina Bruno, Claudia Vetricini e Patrizia Graziani

Un passo avanti nella lotta contro le molestie sessuali sul luogo di lavoro è quanto è statpo messo a segno da Acer Forlì-Cesena. Nella significativa data dell’8 marzo è infatti stato presentato e sottoscritto dalla presidente di Acer, l’avvocato Patrizia Graziani, e dal Comitato pari opportunità di Acer, composto da Caterina Bruno e Claudia Vetricini il codice di condotta contro i comportamenti intimidatori a sfondo sessuali perpetrati in ambiente lavorativo.

Erano presenti all’incontro la Consigliera di parità della Provincia di Forlì Cesena Carla Castellucci, l’assessora del Comune di Forlì Elisa Giovannetti e la responsabile del Centro Donna, Giulia Civelli, oltre ai dirigenti e ai dipendenti di Acer Forlì Cesena.

La Presidente Graziani ha sottolineato “l’importanza di adottare questo codice di condotta come strumento per prevenire comportamenti connotabili come molestie sessuali in luogo di lavoro”. Ha poi aggiunto che è stato ritenuto opportuno “classificare all’art. 2, a titolo esemplificativo, nella tipologia di molestie e/o discriminazioni, i comportamenti sconvenienti e provocatori, scherzi, barzellette, comunicazioni a doppio senso a fondo sessuale, esposizione di materiale pornografico, contatti corporei fastidiosi  sottolineature con parole, commenti della presunta inferiorità della persona in riferimento al sesso, apprezzamenti verbali sul copro e sulla sessualità e richieste di prestazioni sessuali. Il codice verrà affisso in azienda e ne verrà data ampia diffusione anche nei nostri Comuni soci (30 Comuni della Provincia), che potrebbero assumerlo se già non lo hanno strumenti del genere”.