Sadurano, taglio del nastro del “Sentiero di don Dario” insieme al Vescovo

Don Dario Ciani

Fare memoria dell’attività solidale e sociale di don Dario Ciani, sacerdote forlivese scomparso il 26 luglio 2015 e fondatore della comunità di Sadurano, è il principale obiettivo del “Sentiero di don Dario”, un’iniziativa promossa dall’associazione Amici di don Dario, che verrà inaugurato il prossimo 18 maggio.

Il “Sentiero di don Dario” è un percorso di circa 1 km e mezzo che conduce, dalla sommità delle cosiddette volture (sopra Castrocaro Terme) fino al borgo di Sadurano. In questo tratto di strada l’associazione ha realizzato 5 postazioni che ripercorrono la storia personale del sacerdote scomparso e le attività sociali connesse alla comunità di Sadurano, che, per oltre 25 anni, è stata un punto di riferimento per persone con forte svantaggio sociale (disabili, ex carcerati, tossicodipendenti). Ogni postazione è composta da una struttura in metallo su cui è collocato un pannello illustrativo e da una panchina, dove il turista, il ciclista o il semplice passante può soffermarsi per un momento di riposo e per conoscere la storia di questi luoghi intrisi di grande amore per la persona umana.

I contenuti riportati sui pannelli riguardano il borgo di Sadurano (in rovina fino a fine anni ’70), il progetto di rivitalizzazione operato da don Dario appena nominato parroco, le attività di accoglienza e di lavoro messe in campo dalla comunità fondata dal sacerdote per ridare fiducia a persona senza speranza, le iniziative artistiche nate a Sadurano e tuttora attive e la presentazione della Via Crucis, posta ai piedi della chiesa di S. Maria Assunta, con i commenti dello stesso don Dario. Il percorso realizzato è, in realtà, il primo tratto di un tracciato più ampio che interesserà anche aree limitrofe, attualmente in fase di studio da parte dell’ass. amici di don Dario.

Il Sentiero di don Dario a Sadurano

L’evento di inaugurazione del Sentiero, in programma sabato 18 maggio, prevede alle ore 10.00 il taglio del nastro in prossimità della prima postazione alla presenza del vescovo di Forlì-Bertinoro mons. Livio Corazza e del sindaco di Castrocaro Terme Marianna Tonellato e, a seguire, la passeggiata fino a Sadurano lungo le altre quattro postazioni. Alle ore 11.00 verrà celebrata la messa, concelebrata dai sacerdoti della zona e presieduta da mons. Corazza, al termine della quale è previsto un aperitivo offerto ai presenti.