Chiesina del Miracolo, inaugurato il dipinto restaurato della Madonna del Fuoco

Sono stati molti i cittadini forlivesi che sabato 1 dicembre hanno voluto essere presenti alla presentazione dell’avvenuto restauro del dipinto murale posto sopra la porta di accesso della Chiesina del Miracolo di via Leone Cobelli. Così come è stata nutrita la presenza dei soci dei clubs Lions: Forlì Host, Forlì Valle del Bidente, Giovanni de’ Medici, Forlì-Cesena Terre di Romagna e del Rotary Club Forlì, promotori dell’intervento di restauro che ha restituito alla città un’opera d’arte altrimenti destinata a scomparire.

Nel corso degli interventi di Andrea Mariotti, presidente del Lions Club Forlì Host, che ha parlato a nome dei promotori del restauro effettuato con perizia dalla ditta Giunchi Andrea, di Davide Drei, sindaco di Forlì, e di Mons. Livio Corazza, vescovo di Forlì-Bertinoro, è stata ribadita l’importanza del luogo sacro e il valore per la città del culto della Madonna del Fuoco. Culto che è rimasto inalterato dal 1428, quando un incendio distrusse la scuola dove insegnava il maestro Lombardino da Rio Petroso e dal fuoco si salvò miracolosamente una preziosa xilografia su carta con l’immagine della Madonna, ora conservata in Duomo.

Nel corso della cerimonia Gabriele Zelli ha messo in evidenza che il prossimo anno ricorrerà il 200° anniversario della costruzione e della consacrazione della chiesa progettata dall’architetto Luigi Mirri e che per questo importante anniversario si lavorerà per pubblicare un volume che racconterà la storia dell’edificio, delle opere d’arte conservate all’interno, compreso un ottimo organo, e del rapporto tra Forlì e la Madonna del Fuoco.